Corsi di liuteria Frudua



LEGNI PER CHITARRA: ACERO




Tra le proprietà fisiche del legno che più ci interessano per la propagazione del suono ci sono:

1) la rigidità (coefficiente di elasticità lungo la venatura)
2) densità del legno (per cui coefficiente di propagazione del suono al suo interno)

Questo fa dell'acero il migliore tra i legni utilizzati nella costruzione della chitarra elettrica.

Nella classifica dei migliori legni utilizzati in liuteria in quanto a propagazione del suono, l'acero è superato solo dall'abete rosso che viene utilizzato per la costruzione delle tavole armoniche dei violini e delle chitarre acustiche, ma che non è altrettanto rigido e per cui non può essere utilizzato per la costruzione di manici.

Per la costruzione della chitarra elettrica vengono utilizzati principalmente tre differenti specie di acero:

  • hard rock maple (Acer saccharum/Nigrum). L'hard rock maple (nelle versioni figurate Birdseye maple e Curly maple) è una specie di acero molto dura proveniente dal Nord America e dal Canada. L'albero può raggiungere i 40 mt di altezza con un diametro massimo di un metro e un peso di circa 720kg/mt3. È il legno più diffuso per la costruzione di manici. Una variante figurata dell'hard rock maple, l'acero "birdseye" (occhio di pernice), viene anch'essa usata per i manici, mentre per i top si utilizza principalmente la versione "curly" (fiammata).

  • acero fiammato (Acer pseudoplatanus). Proviene principalmente dall'est Europeo ma è presente anche negli USA in una variante figurata dell'hard rock maple (Curly maple). Si tratta di un acero di densità media, non adatto alla costruzione di manici perché meno stabile dell'hard rock maple e utilizzato principalmente per i top di chitarre e bassi. L'albero può raggiungere un'altezza di 35 mt con un diametro di 1.5 mt. e un peso e di circa 610kg/mt3.

  • quilted maple (Acer macrophillus). Leggermente più duro dell'acero europeo e preziosissimo, questo acero proviene dalle foreste dell'Oregon. L'albero può raggiungere i 30 mt di altezza e 1,2 mt di diametro massimo. Il peso e di circa 610kg/mt3. Anch'esso viene utilizzato principalmente per top e top plates e fino agli anni '90 anche per la costruzione di costosissimi e meravigliosi body.


La meravigliosa fiammatura degli aceri figurati è dovuta ad un'aberrazione genetica dell'albero non ancora spiegata.

Sebbene molto costosi, non vi è prova dell'esistenza di una relazione tra la particolare bellezza degli aceri figurati e le loro caratteristiche timbriche.


SUONO


Dal punto di vista del suono la densità e la rigidità dell'acero conferiscono a questo legno un timbro chiaro e brillante ed un notevole sustain. Nulla batte il suono di un manico in acero ben stagionato e intonato con tastiera in acero.

Corpi

I corpi in acero duro nordamericano, molto rari perché estremamente pesanti, tendono a suonare molto brillanti con parecchio sustain ed attacco ma poco corpo. I corpi costruiti in acero più leggero (quilted o acero dell'Est Europeo) sono caratterizzati da un buon attacco sustain e un ottimo bilanciamento del suono, risultando più simili come timbrica al classico body in ontano. Per via del costo sono però oggi rarissimi.

Manici

Per via della sua stabilità, l'acero saccharum (hard rock maple) è divenuto il legno standard per la costruzione di manici per i basso e per chitarra sia bolt on che neck through, da quando Leo Fender nel 1954 inventò la Telecaster. Viene normalmente abbinato a tastiere anche esse in acero, in palissandro indiano o brasiliano o ebano.

I manici costruiti in acero figurato (flame o occhiolinato) tendono ad essere meno stabili dei manici in acero "plain" (non figurato). Ciò è dovuto all'andamento "ondulato" della vena. Si raccomanda perciò l'utilizzo di blank perfettamente stagionati.

Differenze nella vena nell'acero normale e nell'acero figurato



Tastiere

L'acero è il legno più brillante tra quelli utilizzati per la tastiera. È anche quello che restituisce un volume più elevato. Si miscela benissimo con qualsiasi combinazione di legno manico e body ai quali conferisce brillantezza e presenza negli assoli regalando armonici su tutti i tasti.

È il legno ideale per conferire più articolazione ad una chitarra costruita con un body in mogano o basswood o in generale per aggiungere brillantezza e definizione. Se utilizzato per la tastiera va trattato con vernici piuttosto dure al fine di proteggerlo dall'usura.

Top

L'acero è molto utilizzato anche per la realizzazione di "top" carved o "drop top", ovvero spessori di legno variabili dai 4 ai 22mm, che vengono incollati sopra al body per ottenere miscelazioni timbriche diverse. I top in acero tendono a conferire brillantezza e attacco ai corpi costruiti con legni caratterizzati da sonorità più scure e calde come per esempio il mogano o il basswood (tiglio americano).


COLORE/VERNICIATURA


L'aspetto chiaro dell'acero e l'assenza di una vera e propria venatura, rendono l'acero il legno più adatto a colorazioni trasparenti specialmente quando si tratta di essenze figurate.

Sono proprio queste tecniche di finitura esclusive che insegno ai miei allievi durante i corsi di verniciatura per permettere loro di ottenere sui loro strumenti, il meraviglioso effetto di tridimensionalità della fiammatura del legno che vedi su questi strumenti Frudua con top in quilted 5a.



Frudua Carved Pro.


Frudua Carved Pro.


Frudua GFT con camere tonali.


Frudua GFJ bass.






 
YouTube Certified

Galeazzo Frudua

Liutaio e docente di liuteria dal 1988 ad oggi ha costruito circa 350 tra chitarre e bassi boutique il cui prezzo varia dai 2.900 ai 5.600 euro e riparato e customizzato migliaia strumenti di ogni tipo. Si sono avvalsi dei strumenti o dei suoi amplificatori Mina, Vasco Rossi, Pino Daniele, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Elio e le Storie Tese. ecc. È proprietario di due canali youtube che totalizzano più di 26 milioni di visualizzazioni dove insegna musica. Ennio Morricone

Corsi di liuteria Frudua

Copyright ©2019 Galeazzo Frudua. All Rights Reserved.