Corsi di liuteria Frudua



SUSTAIN DELLA CHITARRA ELETTRICA


Il sustain (durata della vibrazione di una corda) della chitarra elettrica, dipende principalmente dalla rigidità del materiale impiegato per la costruzione del corpo e soprattutto del manico della chitarra elettrica, i quali devono assorbire il meno possibile l'energia sviluppata dalla vibrazione della corda.

Il principio alla base di come il materiale di cui è costruito uno strumento ne influenza il sustain, può essere enunciato come segue: più è rigido il manico, minore è l'assorbimento di energia e più elevata la durata della vibrazione della corda.

Inoltre, tanto più è denso e rigido il materiale di cui è costruito uno strumento, specialmente il manico, tanto più il picco di risonanza del legno si sposterà oltre le frequenze occupate dalle corde, il che si traduce (specialmente sul basso elettrico) in note più definite e prive di difetti (meno "note morte", "wolf notes", ecc).

Il sustain può essere ridotto o incrementato da numerosi fattori tra cui:

SPESSORE DEL MANICO
Più il manico è spesso, denso e rigido più a lungo è in grado di restituire intatta la vibrazione della nota.


VICINANZA DEI PICKUP ALLE CORDE
Essendo i pickup calamite, se posizionati troppo vicino alle corde essi ne smorzeranno la vibrazione; per questo è importante cercare un compromesso tra suono e vicinanza dei pickup alle corde. Questo vale specialmente per il pickup al manico che esercita un maggiore attrazione sulla vibrazione della corda.

La regolazione dei pickup è talmente fondamentale per il musicista (sopratutto per il professionista), per il suono e per la responsività dello strumento al tocco, che durante i corsi di setup Frudua, dedichiamo a questa fase una parte importante del training.


COSTRUZIONE DEL MANICO
Si tende ad attribuire al metodo neck through un maggiore sustain della chitarra elettrica. Questo tipo di manico è costituito da vari legni incollati longitudinalmente tra loro ed è spesso anche rinforzato da barre in fibra di carbonio in quanto, non essendo sostituibile in caso di rottura, il manico deve essere più affidabile possibile.

Questa soluzione irrigidisce il manico incrementando il sustain.


TIPO DI CORDE
Corde più grosse e perciò più tese sono caratterizzate da un maggiore sustain.


LUNGHEZZA DEL DIAPASON (SCALA)
A parità di diametro della corda e di accordatura (pitch), più lunga è la scala, più tesa risulterà la corda e più lungo sarà il tempo di smorzamento della vibrazione. Importante: a parità di diametro della corda e di accordatura (pitch) e diapason, la porzione di corda oltre il capotasto e oltre il ponte (e la sua angolazione) NON influenza la tensione della corda ma influenza il modo in cui percepiamo la tensione nelle dita per esempio frettando le note o facendo un bending.





RIGIDITÀ DELLA PALETTA
Quando pizzichiamo le corde su qualsiasi strumento dotato di paletta, la paletta vibra assorbendo una parte della vibrazione delle corde. Per questo su molti strumenti di pregio la paletta viene rinforzata con una "voluta", il cui scopo è irrigidire il giunto manico/paletta, aumentando il sustain delle note.

Questa soluzione ha un impatto notevole soprattutto sul basso elettrico bolt on nell'eliminare o ridurre le classiche note morte tra il 4 e 7° tasto sul SOL.

Paletta rinforzata su Tuscany Rush.


INSTALLAZIONE DEI FRET
Persino il modo in cui i tasti vengono montati può influire sul sustain e sul suono di uno strumento. Solchi troppo profondi indeboliscono la struttura del manico rendendolo meno rigido e riducendo il sustain. Anche il tipo di colla utilizzata per incollare i tasti e il modo in cui i tasti vengono installati sul manico ha un'influenza sulla rigidità del manico e per cui sul sustain.


A sinistra solco per tasto di profondità corretta. A destra solchi troppo
profondi che indeboliscono la struttura del manico rendendolo
meno rigido e riducendo il sustain.



TENSIONE/TIRAGGIO DEL TRUSS ROD
Un fattore molto importante per il suono e per il sustain, e spesso molto sottovalutato nel costruire il manico, è il rapporto tra tensione del truss rod e curvatura del manico a strumento accordato.

Una volta montate le corde e accordato lo strumento, il manico deve raggiungere la sua curvatura ideale con il truss rod leggermente teso. Ciò contribuirà a rendere il manico più rigido e meno flettente a vantaggio del sustain. Questo fattore riduce inoltre le vibrazioni spurie del truss rod all'interno del manico, le quali possono inibire la corretta vibrazione della corda.


GIUNTO MANICO/CORPO
Anche un giunto manico/corpo impreciso può contribuire a limitare il sustain. Nella realizzazione del neck joint, oltre che all'abbinamento dei legni che compongono il manico e il corpo, occorre far sì che la trasmissione del suono non sia ostacolata dalla vernice e che il manico all'interno della fresatura aderisca perfettamente su tutti i lati.




 
YouTube Certified

Galeazzo Frudua

Liutaio e docente di liuteria dal 1988 ad oggi ha costruito circa 350 tra chitarre e bassi boutique il cui prezzo varia dai 2.900 ai 5.600 euro e riparato e customizzato migliaia strumenti di ogni tipo. Si sono avvalsi dei strumenti o dei suoi amplificatori Mina, Vasco Rossi, Pino Daniele, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Elio e le Storie Tese. ecc. È proprietario di due canali youtube che totalizzano più di 26 milioni di visualizzazioni dove insegna musica.

Corsi di liuteria Frudua

Copyright ©2019 Galeazzo Frudua. All Rights Reserved.