Corsi di liuteria Frudua
TORNA ALL'INDICE

Ho affrontato questo tema è sommariamente in quanto già ampiamente trattato sul web.

Il primo pickup per chitarra elettrica fu probabilmente inventato nel 1931 da George Beauchamp e Adolf Rickenbacker durante le fasi di realizzazione della prima chitarra elettrica lap steel a corpo solido, meglio conosciuta come "Frying Pan" per la forma vagamente somigliante ad una padella.

La prima chitarra elettrica creata da Adolf Rickenbacker
and George Beauchamp.

Le tipologie di pickup per chitarra elettrica e basso elettrico si dividono in due grandi famiglie:
  • magnetici
  • Piezoelettrici

  • I primi utilizzati prevalentemente sulle chitarre e su bassi elettrici si distinguono in due sottogruppi principali ceramici e in Alnico
    I secondi utilizzati prevalentemente sulle chitarre sui bassi acustici.



    Esistono infinite altri sotto-tipologie e modelli di pickups. Ci sentimo di menzionare tra tutti humbuckers e single coil, i cosiddetto pickups "a saponetta" (sopabar) come per esempio i P90 da chitarra costruiti da Gibson, sorta di grossi single coil caratterizzati da un suono più caldo e potente dei classici singoli Fender e i pickup da basso style EMG o Bartolini che nella maggioranza dei casi sono degli humbuckers.

    Un humbucker Alumitone prodoctto da Don Lace un genio e precursore
    nella costruzionedi pickups per chitarra elettrica.

    Teniamo anche a menzionare anche la numerosa famiglia dei pickup "noiseless" (privi di ronzio) formato single coil i cui porta bandiera sono Lace Sensor, i pickups inventati da Don Lace, Kinman, Dimarzio, la serie "noiseless" della Fender e vary pickup cosiddetti stack prodotti da Seymour Duncan.
    Dimarzio Virtual Vintage, uno dei migliori noiseless sul mercato.

    Si tratta di pickups costruiti in modo da eliminare qualsiasi ronzio grazie a particolari accorgimenti elettrici. Questa tecnologia sebbene non particolarmente amata dai puristi del "vintage", ha comunque trovato una riscontro notevole sul mercato per l'ottimo compromesso tra suono e silenziosità.

    © 2010 Galeazzo Frudua. All rights reserved

    Share |

    TORNA ALL'INDICE