Corsi di liuteria Frudua
TORNA ALL'INDICE
La prima chitarra scalloped di cui ho notizia è conservata in un museo di Salisburgo in Austria.

Chitarra scalloped di fine 1800.

Negli anni '70 viene utilizzata da molti altri chitarristi famosi quali Richie Blackmore, John McLaughlin, Yngwie Malmsteen ect. La tastiera scalloped apre una terza dimensione sul manico della vostra chitarra.

VANTAGGI:

Le note risultano più responsive e leggermente più risonanti per merito dell'aumento dello spazio presente tra la corda e la tastiera, rendendo più immediate alcune delle tecniche chitarristiche più comuni come il bending, i pull offs, il tapping, i trilli ect.

Questa soluzione permette inoltre di spingere le corde sul loro asse verticale per sperimentazioni quali bending su interi accordi, note temperate, ect.



L'uso di tastiere scalloped può comportare anche un miglioramento della vostra tecnica e della velocità di esecuzione sulla tastiera, dovuto alla necessità di allenarsi ad esercitare una minore pressione sulle corde per evitare stonature, sopratutto nelle prime posizioni dove lo spazio tra un tastino e l'altro è maggiore.

SVANTAGGI

Occorrerà fare attenzione a non esercitare troppa pressione sulle note per evitare stonature involontarie specialmente nelle prime posizioni a discapito di una certa dinamica e espressività sia nel fraseggio sia nella creazione del proprio stile.

Se la tastiera scalloped vi attira, ma non sapete decidervi, potete prendere in considerazione alcuni tipi di tasto tendenzialmente alti tipo il Dunlop modello 6000, i quali si avvicinano molto al feel della tastiera scalloped.


Tastiera scalloped su chitarra Exlusive Shredder (www.exlusiveguitar.com).


© 2010 Galeazzo Frudua. All rights reserved

Share |

TORNA ALL'INDICE