Dalle operazioni che seguono dipenderà il "feel" generale dello strumento.
Sarà opportuno quindi considerare alcuni punti prima di procedere.

Innanzitutto un action bassa andrà a discapito della qualità del suono e restituirà meno volume di una action alta; potrebbe inoltre risultare scomoda per il bending per via della difficoltà che si incontrerà nell'inserire il polpastrello sotto le corde.

Una action troppo alta, per contro, causerà problemi di intonazione lungo la tastiera ed affaticamento della mano sinistra.
Una regolazione ottimale dello strumento dovrebbe procedere come segue:

  • regolazione della curvatura del manico,
  • regolazione dell’altezza delle corde al ponte (action),
  • regolazione dell’altezza delle corda al capotasto,
  • intonazione.

  • Nel caso il vostro ponte lo prevedesse, ricordatevi di sbloccare le sellette agendo sull’apposita vite con la brucola in dotazione

    Potete regolare l’altezza delle corde sulla tastiera agendo sulle due brucole presenti su ogni selletta.
    Il raggio di curvatura delle sellette deve corrispondere a quello della tastiera (ultimo tasto), con una leggera maggiorazione dell'altezza
    dalla parte delle corde più basse (vedi foto sopra). La distanza media consigliata, misurata dalla sommità dell'ulitmo tastino alla parte bassa della corda dovrebbe essere:

  • cantini: 2 -  3 mm.
  • basse: 3 - 4 mm.