TORNA ALL'INDICE
In liuteria si è utilizzata per centinaia di anni la cosiddetta "colla garavella". Si tratta di una colla animale che si scioglie in acqua calda la quale col tempo è stata soppiantata soprattutto nella liuteria elettrica da collanti provenienti dagli USA molto più facili da utilizzare ed efficaci per tutti gli incollaggi.

Tra questi la resina alifatica prodotta dalla Franklin Titebond Americana (PVA glue - Urea formaldehyde). Questo prodotto particolare assicura giunti della massima durata e più resistenti del legno stesso.

Ancora più efficace e specifica per liuteria raccomandiamo la colla FG di Luthier's Mercantile (www.lmii.com)

Questa colla offre alcuni vantaggi non indifferenti rispetto alla più tradizionale resina alifatica:
1) resiste a temperature superiori a 70 gradi (tipiche del baule di una macchina in estate).
2) ha una colorazione più neutra
3) è più forte negli incollaggi di legni oleosi come palissandro, amarante etc.

Questo la rende preferibile ad ogni altra colla presente sul mercato.



Prima di procedere all'incollaggio vi consiglio di unire con i morsetti due pezzi di legno che andrete ad incollare (specialmente se si tratta di legni diversi e con stagionture diverse) per almeno una notte. Questo stabilizzerà uniformadola l'umidità all'interno delle due parti a tutto vantaggio dell'incollaggio e del suono.

Procedere all'incollaggio predisponendo morsetti di misura adeguata (si consiglia il tipo completamente in ferro) con piccoli pezzi di legno da frapporre tra i morsetti e la chitarra per proteggere il legno.
Rasiera dentata.


Stendere la colla su entrambi i pezzi da incollare con una rasiera dentata. Nell'incollaggio ideale la colla fuoriesce leggermente da tutti i lati.

Si consiglia di non utilizzare le resine alifatiche a temperature inferiori ai 12 gradi.

© 2013 Galeazzo Frudua. All rights reserved

Share |

TORNA ALL'INDICE